bonifico estero

Bonifico Estero: Costi, Tempi, Alternative

Vota questo post

Bonifico estero: cosa serve? Quanto tempo occorre prima che il bonifico arrivi al destinatario? Quanto costa un bonifico estero? Che differenza c’è fra bonifico SEPA e SWIFT? Se ti sei fatto almeno una di queste domande prenditi qualche minuto e leggi quest’articolo fino alla fine, non te ne pentirai.

Per fare un bonifico all’estero tutto ciò di cui avrai bisogno è:

  • Nome e cognome del beneficiario (ovvero della persona o azienda alla quale dovrai fare il bonifico)
  • IBAN (acronimo di International Bank Account Number, è un codice alfanumerico che serve ad identificare ogni conto corrente)
  • BIC/SWIFT è un codice che serve a verificare l’identità della banca ed effettuare pagamenti rapidi (acronimo di Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication, offre un metodo standardizzato e sicuro per i pagamenti all’estero)

Costi e commissioni chiaramente variano in base alle condizioni del tuo conto corrente, ma in quest’articolo vedremo tutto quello che c’è da sapere sui bonifici esteri!

Non trovi il tuo codice Swift/BIC? Ti consiglio di utilizzare la pagina di Wise che permette di trovare qualsiasi codice Swift in maniera semplice e veloce.

La pagina è disponibile su https://wise.com/it/swift-codes/

Bonifico Estero: SEPA e SWIFT

Con il termine bonifico SEPA si indicano tutti quei pagamenti/bonifici che vengono effettuati all’estero ma all’interno dell’area Euro (SEPA è l’acronimo di Single Euro Payments Area) e/o da/verso i paesi che aderisono allo Spazio Economico Europeo

Quando si parla invece di bonifico estero SWIFT si fa riferimento a tutti i bonifici esteri che vengono effettuati al di fuori dell’area SEPA e che possono avere anche valute differenti (ad esempio un bonifico da/verso gli Stati Uniti che può avere anche dei costi di cambio valuta).

Quanto costa un bonifico estero?

Difficile rispondere a questa domanda, e ti consiglio di diffidare da chi ti dice esattamente qual è il costo di un bonifico estero.

Ci sono istituti finanziari/banche che stabiliscono un tariffa minima di 4 € o più, oppure, in base all’importo del bonifico, una commissione pari allo 0,15% o più.

Altri istituti finanziari permettono di inviare bonifici esteri gratuitamente, oppure esistono dei servizi nati proprio con l’obiettivo di favorire gli scambi di denaro fra Paesi differenti (ho già parlato ad esempio di Wise).

Le commissioni applicate sui bonifici esteri dalle banche possono essere suddivise in:

  • Commissioni fisse
  • Percentuale variabile in base all’importo del bonifico
  • Maggiorazione sul tasso di cambio

Questo può far lievitare il costo di un bonifico o l’incasso di un bonifico o di un assegno estero raggiungendo anche i 15/20 €.

Tutti i bonifici esteri inoltre prevedono quella che in gergo viene chiamata opzione di trasferimento SHA dove le spese vengono ripartite tra ordinante (chi emette il bonifico) e beneficiario (chi riceve il bonifico).

Quanto ci vuole per un bonifico estero?

Quanto tempo serve per inviare denaro all’estero dall’Italia o per ricevere un bonifico dall’estero?

Anche in questo caso la risposta più corretta è dipende.

Istituti finanziari differenti hanno tempistiche differenti e, se da un lato abbiamo la possibilità (in caso di istituto finanziario del beneficiario e del destinatario uguale) di ottenere rapidamente un bonifico estero, mediamente i bonifici internazionali richiedono da 3 a 5 giorni lavorativi per essere accreditati sul conto del beneficiario.

Attenzione anche a quello che si chiama orario di cut-off, ovvero all’orario oltre il quale le operazioni non vengono contabilizzate dalla banca (solitamente è intorno alle 17:00 e nel fine settimana).

Alternative Bonifico Estero

L’alternativa al bonifico estero è il trasferimento di denaro o money transfer con servizi ad hoc.

Tramite questi servizi solitamente è possibile risparmiare qualcosa, fra i più coniscuti ci sono:

  • Wise: permette di inviare denaro in più di 70 paesi velocemente e senza commissioni nascoste, per maggiori informazioni clicca qui
  • Skrill: permette di inviare denaro ad oltre 40 paesi con un ottimo servizio e tariffe competitive, tanto da aver ottenuto un ottimo punteggio anche su Trustpilot, in più tramite l’app mobile o la versione desktop è possibile inviare denaro in pochi minuti, per maggiori informazioni clicca qui

Fino al 2023 era possibile utilizzare anche Azimo, servizio che ha smesso di operare e che quindi non è più disponibile.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa mia guida dedicata al bonifico estero e spero davvero di averti aiutato ed aver risposto a tutti i tuoi dubbi o le tue domande sui bonifici esteri.

Altro consiglio, per fare bonifici verso l’estero, è quello di utilizzare dei conti che non fanno pagare costi di commissioni cambio valuta e che applicano il tasso di cambio reale, dai ad esempio una occhiata a Revolut, di cui ho parlato anche in Revolut Recensione.

Hai dubbi o domande?

Lascia un commento qui sotto!

Dubbi? Domande? Esprimi la tua Opinione!