Mutuo Banca Sella - Recensione

Mutuo Sella: Caratteristiche e Opinioni (Recensione)

Mutuo Sella, o meglio Mutui Banca Sella, una serie di soluzioni pensate per rispondere alle esigenze di chi ha bisogno di liquidità, chi vuole comprare casa o la prima casa, chi vuole ristrutturare e molto altro ancora.

In quest’articolo scopriamo caratteristiche, vantaggi, opinioni e condizioni dei Mutui Banca Sella, se ti stavi chiedendo se il Mutuo Sella conviene sei nel posto giusto, mettiti comodo e buona lettura!

Mutuo Sella – I Mutui Banca Sella

Sella Mutui (oggi disponibile online su www.promo-sella.it/landing/mutui) è la nuova pagina di Banca Sella tramite la quale è possibile calcolare la rata del mutuo e conoscere le offerte di Mutuo di Banca Sella, pensatae per rispondere a varie esigenze, fra cui:

  • Mutuo per ristrutturazione
  • Mutuo per acquisto prima casa
  • Mutuo liquidità
  • Mutuo under 36

E con il nuovo servizio Mutui Sella Online è possibile usufruire di 3 vantaggi, ovvero:

  • La possibilità di richiedere il mutuo online e calcolare la rata in pochi clic
  • 0 Spese di istruttoria
  • Una soluzione green per chi vuole investire nell’efficienza energetica

Qualsiasi sia il mutuo che vuoi sottoscrivere, il mio consiglio è sempre quello di confrontare le offerte di più intermediari e confrontare il TAEG, ovvero il tasso annuo effettivo globale, che rappresenta una sintesi del costo complessivo del mutuo e comprende:

  • Tasso di interesse
  • Spread applicato dall’intermediario
  • Le varie voci di spesa come spese diistruttoria, riscossione rata, …

In caso di mutuo a tasso variabile o misto il TAEG viene però riportato in via esemplificativa quindi bisogna fare ulteriori considerazioni (vedremo più avanti).

Calcolo Rata mutuo Banca Sella

Calcolo rata mutuo banca sella
Calcolatore rata mutuo Banca Sella

Dalla nuova pagina dedicata ai mutui è possibile calcolare la rata del mutuo senza impegno in maniera semplice e veloce.

Per calcolare l’ipotetioca rata del tuo mutuo ti basterà infatti cliccare su calcola la rata del mutuo con Banca Sella quindi inserire:

  • Finalità del mutuo: Acquisto prima casa, acquisto seconda casa, surroga
  • Scegliere se stipulare un mutuo green in base alla classe energetica del tuo immobile
  • Inserire il valore dell’immobile
  • Scegliere la durata del mutuo
  • Indicare l’età del richiedente
  • Inserire il reddito dei richiedenti
  • Inserire domicilio del richiedente e provincia dell’immobile

A questo punto il calcolatore indicherà due soluzioni differenti, per il mutuo a tasso fisso e per il mutuo a tasso variabile, potrai subito verificare la convenienza del mutuo e procedere eventualmente con la richiesta.

Mutuo Green Banca Sella

Il Mutuo Green è pensato per chi cerca una casa ecosostenibile o per chi vuole investire in immobili ad alta efficienza energetica per risparmiare sulle bollette e sugli interessi del mutuo per il primo anno.

Per tutte le persone che scelgono immobili moderni o energicamente efficienti, Banca Sella propone con i suoi mutui green di azzerare la quota interessi delle rate per i primi 12 mesi.

L’offerta in particolare si riferisce a mutui fondiari con una durata massima di 30 anni che possono essere a tasso fisso o variabile.

Come viene spiegato nella sezione FAQ del mutuo green, l’azzeramento degli interessi per i primi 12 mesi permette di avere un piano di ammortamento con le rate del mutuo ridotte alla sola quota Capitale mentre per gli anni successivi le ratae saranno composte normalmente da quota capitale e quota interessi secondo un ordinario piano di ammortamento alla francese calcolto al tasso stabilito in fase di stipula del mutuo per assicurare la massima trasparenza ai clienti.

La classe energetica dell’immobile cauzionale oggetto di acquisto viene accertato dalla Banca in fase di istruttoria.

Mutui Sella Opinioni

Cercando online opinioni sui mutui di Banca Sella si trovano molte recensioni positive.

Anna Laura ad esempio, su Trustpilot, racconta di essere rimasta soddisfatta del percorso effettuato dalla richiesta del mutuo green alla sua erogazione e sottolinea che non bisogna sottovalutare il lato umano, mi hanno letteralmente preso per mano ed accompagnata verso la meta.

Alessandro invece lamenta il fatto che nonostante si tratti di una banca ottima non ha concesso il mutuo al 100% e per questo motivo l’ha lasciata per una banca che ha offerto il 100%…

Queste considerazioni sono chiaramente personali, e, a mio avviso, per chi cerca delle opinioni sui mutui Banca Sella in realtà dovrebbe valutare:

  • Solidità e credibilità della banca
  • Tipologia di offerta
  • Tassi applicati
  • Condizioni

Confrontandole con altri istituti di credito.

A mio avviso i punti di forza di Banca Sella sono:

  • Varietà di Mutui Sella disponibili
  • Possibilità di richiedere il mutuo online ed azzerare le spese di istruttoria
  • Trasparenza

Mutuo Ipotecario

Con il termine mutuo ipotecario ci si riferisce alla forma di credito immobiliare più diffusa ed offerta ai consumatori.

Si tratta di un finanziamento a medio/lungo termine che ha una durata che varia dai 5 ai 30 anni (i mutui mediamente hanno una durata di 15/25 anni.

Il cliente che richiede un mutuo riceve l’intera somma richiesta in un’unica soluzione e la rimborsa mese dopo mese con rate di importo costante nel caso di mutuo a tasso fisso, o variabile nel caso di mutuo a tasso variabile.

Questa tipologia di mutuo è pensata per chi vuole investire in immobili e solitamente può essere richiesta per:

  • Acquistare
  • Costruire
  • Ristrutturare

Il mutuo ipotecario può esser utilizzato però anche per sostituire o rifinanziare un mutuo già esistente/ottenuto per le medesime finalità.

Viene chiamato ipotecario perché si mette come garanzia un immobile che viene per l’appunto ipotecato.

Come scegliere un mutuo?

Per scegliere un mutuo è importante capire alcuni aspetti fondamentali, ovvero:

Quali sono i requisiti per ottenere un mutuo?

Bisogna dimostrare di essere in grado di restituire nel tempo la somma richiesta. L’istituto finanziario o la banca procederà quindi alla valutazione del merito creditizio del richiedente.

Qual è l’importo massimo che posso richiedere?

Solitamente gli Istituti di credito concedono un importo che non supera l’80% del valore dell’immobile, ed il valore dell’immobile viene stabilito da una perizia della banca che viene effettuata da un tecnico indipendente.

Questo non significa che dobbiamo necessariamente richiedere l’80% del valore stimato dell’immobile, perché più alto sarà il mutuo richiesto e più alta sarà la rata da pagare!

Per questo motivo più che domandarsi qual è l’importo massimo che posso richiedere sarebbe bene capire quale rata ci possiamo permettere di pagare senza sentirci in difficoltà, considerando una serie di fattori e la nostra situazione economica, finanziaria e lavorativa (per approfondire quest’argomento leggi anche l’articolo Finanza Personale).

Per semplificare solitamente si consiglia di scegliere una rata che non superi un terzo del proprio reddito, in modo da poter continuare a far fronte alle spesse ordinarie, ad everntuali spese straordinarie ed a possibili riduzioni del reddito causate da imprevisti.

Quanto costa un mutuo?

La principale componente che influisce sul costo del mutuo sono chiaramente gli interessi, ovvero il compenso che guadagna la banca per aver effettuato il prestito.

Agli interessi bisogna però aggiungere anche i vari costi indicati nel foglio con le informazioni generali dove sono illustrate le caratteristiche del prodotto scelto.

Solitamente per un mutuo concesso da una banca si paga:

  • Una imposta pari al 2% dell’ammontare complessivo o allo 0,25% per acquisto prima casa
  • Eventuali imposte legate all’iscrizione di ipoteca o altri adempimenti
  • Interessi sul mutuo che variano se si tratta di acquisto, costruzione o ristrutturazione (questi interessi sono detraibili dall’Irpef)
  • Spese di istruttoria (può essere un importo fisso o una percentuale calcolata sull’importo del finanziamento)
  • Spese di perizia
  • Spese notarili per il contratto di mutuo e l’iscrizione dell’ipoteca nei registri immobiliari
  • Costo del premio dell’assicurazione a copertura di danni sull’immobile
  • Interessi di mora per chi paga le rate in ritardo
  • Commissione annua di gestione pratica e spese di incasso rata

Mutuo a tasso fisso

Con un mutuo a tasso fisso il tasso di interesse resta uguale nel tempo per tutta la durata del mutuo.

Il vantaggio di un tasso fisso è quando il tasso è molto basso, mentre lo svantaggio è quello di non poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato che possono verificarsi nel tempo.

Nel 2020 e nel 2021 ad esempio i mutui a tasso fisso si sono rivelati molto convenienti, come puoi vedere anche dal grafico qui sotto che mostra l’andamento storico del tasso IRS:

Andamento storico mutuo tasso fisso
Andamento storico mutuo tasso fisso 2013 – 2022

L’andamento storico IRS (Interest Rate Swap) è il tasso interbancario di riferimento per i mutui.

Come puoi vedere fra il 2020 ed il 2021 i mutui a tasso fisso hanno toccato un tasso di interesse bassissimo e quindi molto conveniente per chi ha richiesto un mutuo in quegli anni, mentre da metà 2021 i tassi sono cominciati a salire per schizzare a livelli molto alti nel 2022.

Ecco perché il mutuo a tasso fisso può essere conveniente in momenti in cui il tasso di interesse è estremamente basso, e sconveniente se viene sottoscritto quando i tassi di interesse sono molto alti!

Mutuo a tasso variabile

Con questa tipologia di mutuo il tasso di interesse varia a scadenze prestabilite poiché segue quelle che sono le oscillazioni i un parametro di riferimento stabilito sui mercati finanziari e monetari.

Il rischio di un mutuo a tasso variabile è quello di vedere un aumento dell’importo delle rate.

Immagina ad esempio di aver scelto un tasso variabile nel 2020, quando il tasso di interesse era estremamente basso: oggi ti ritroveresti a dover pagare un tasso di interesse nettamente più alto ed avere una rata del mutuo molto più alta di quella pagata nel 2020!

Viceversa, sottoscrivendo oggi un mutuo a tasso variabile, se e solo se i tassi scenderanno la rata del mutuo potrebbe scendere di conseguenza…

A mio avviso il tasso variabile è più rischioso del tasso fisso, ma al tempo stesso sottoscrivere un mutuo a tasso fisso con degli interessi molto alti non è una buona scelta, quindi bisognerebbe valutare se conviene richiedere un mutuo quando i tassi sono alti o se si può aspettare un pò…

Esistono poi altre formule come il mutuo a tasso misto o il mutuo a tasso doppio, per approfondire puoi trovare sul sito di Banca Sella una interessante guida base ai mutui.

Conclusioni

Finisce qui quest’articolo dedicato ai Mutui SELLA, se hai altri dubbi, domande, o se vuoi raccontare la tua esperienza con un Mutuo SELLA lascia un commento qui sotto.

Se quest’articolo ti è stato utile condividilo sui tuoi social preferiti o metti un mi piace per supportare il nostro lavoro!

Approfondimenti:

Alcune delle informazioni contenute in quest’articolo sono estrapolate dalle pagine del sito Banca Sella, dove sono presenti anche messaggi pubblicitari con finalità promozionali.

Per maggiori informazioni si consiglia di leggere i fogli informativi disponibili sul sito www.sella.it o presso le Succursali di Banca Sella.

Dubbi? Domande? Esprimi la tua Opinione!