Staking Criptovalute

Staking Criptovalute: Cos’è? Come Funziona?

Staking Criptovalute, il metodo che permette di guadagnare mettendo a rendita le criptovalute come funziona? Quali sono le migliori piattaforme per fare staking?

Se stai leggendo quest’articolo hai sicuramente già sentito parlare di staking e vuoi capirne di più.

Sono moltissime le persone che oggi parlano di crypto e di come guadagnare con le crypto.

E se una volta i più conservatori sceglievano di holdare (HODL) le criptovalute, ovvero acquistarle e tenerle ferme, oggi si cercano metodi per guadagnare da queste criptovalute che abbiamo acquistato.

Ecco dunque che cominciano le domande:

Staking Significato

Cosa significa fare staking?

Letteralmente “To Stake” in inglese significa mettere in gioco, puntare, scommettere ma anche sostenere.

Ed effettivamente lo staking deriva dall’inglese puntata ed indica l’azione di bloccare una determinata somma di criptovaluta in nostro possesso per un periodo di tempo predeterminato in cambio di una ricompensa.

Questa ricompensa è un interesse che ci verrà riconosciuto alla fine del periodo di staking.

La seconda domanda che si fa chi si avvicina al mondo dello staking di criptovalute è

Quanto si guadagna con lo staking?

In questo caso la risposta è dipende.

I fattori in gioco sono numerosi, ed in particolare:

  • Quale criptovaluta vogliamo mettere in staking
  • Per quanto tempo decidiamo di mettere in staking una crypto (generalmente 1 mese, 3 mesi, 6 mesi o 1 anno)
  • Dove stiamo mettendo in staking le nostre crypto

Secondo alcune stime, se vogliamo avere un numero, possiamo dire che mediamente una criptovaluta in staking può rendere fra il 4 e l’8% l’anno (chiaramente si tratta di valori da prendere con le pinze).

Ci sono anche piattaforme che permettono di mettere in staking criptovalute e ricevere come ricompensa un’altra crypto o un token, ed in questi casi le percentuali possono anche essere maggiori, ma non è detto che i ritorni lo siano (variano chiaramente in base alla valutazione del token/crypto che otteniamo come ricompensa per lo staking).

Ho anche pubblicato un video su YouTube dedicato proprio a quest’argomento:

Staking Criptovalute

Come probabilmente avrai capito, mettere in staking criptovalute (o parte delle nostre crypto) ci permette di ottenere delle ricompense, ed in particolare delle percentuali semplicemente bloccando una determinata quantità di criptovalute in nostro possesso per un periodo di tempo prestabilito.

Potremmo paragonare lo staking di crypto a quelli che un tempo erano gli interessi bancari sulle somme vincolate (e quindi sui depositi vincolati).

Perché si può guadagnare con lo staking?

La domanda che in molti si fanno è perché qualcuno mi dovrebbe pagare per bloccare delle somme di criptovalute in mio possesso?

La risposta è semplice in realtà: per convalidare le transazioni all’interno della rete si utilizza sempre più spesso il Proof of Stake, metodo che permette di convalidare i blocchi e le transazioni scegliendo in maniera casuale i soggetti che hanno immobilizzato le proprie crypto.

Come spiega bene Binance in una sua guida (se non conosci Binance ti consiglio di leggere la mia guida binance) i vantaggi principali dell’algoritmo Proof of Stake sono efficienza energetica e sicurezza, così come la facilità e l’accessibilità che incoraggia un maggior numero di utenti ad impostare e mantenere nodi.

Una parte del meccanismo utilizzato da alcune crypto per verificare le transazioni eseguite è proprio lo staking criptovalute.

Fra le criptovalute che utilizzano i meccanismi del proof of stake ci sono ADA (Cardano), SOL (Solana), AVAX (Avalanche).

Piattaforme Staking Crypto

Sono numerose le piattaforme che permettono di mettere in staking le proprie crypto, ed ognuna utilizza interessi ed incentivi differenti.

Personalmente ho sperimentato lo staking su:

Staking Criptovalute Vantaggi e Svantaggi

Come in ogni ambito, lo staking comporta vantaggi e svantaggi.

I vantaggi possono essere riassunti in:

  • Potenziali rendimenti elevati in base alla crypto che viene messa in staking
  • Possibilità di giocare un ruolo importante in un progetto in cui crediamo (le crypto proof of stake non possono funzionare senza gli staker)
  • Non servono apparecchiature per fare staking, basta possedere delle crypto

Gli svantaggi o rischi dello staking sono:

  • La volatilità, e quindi il valore delle monete messe in staking che può variare nel tempo e potrebbe anche crollare rendendo lo staking meno redditizio
  • Il vincolo delle crypto, che devono rimanere immobilizzate per periodi di tempo prestabiliti

Disclaimer: le informazioni contenute all’interno di quest’articolo hanno un fine informativo e non rappresentano in alcun modo una consulenza in materia di investimenti o altra forma di consulenza in materia di servizi di investimento, strumenti o prodotti finanziari.

Le informazioni riportate non rappresentano dunque un’offerta, sollecitazione o raccomandazione, e le criptovalute sono soggette a delle forti fluttuazioni di valore.

E tu hai ancora dubbi sull’argomento staking criptovalute? Domande?

Lascia un commento qui di seguito, oppure, se ti è piaciuto quest’articolo, condividilo sui tuoi social preferiti per supportare Monetizzando®

Dubbi? Domande? Esprimi la tua Opinione!