Smartphone Facebook Ads

Ads in Facebook: 3 Strategie da Provare

Ads in Facebook: se stai leggendo quest’articolo probabilmente sei alla ricerca di strategie per migliorare le tue campagne pubblicitarie su Facebook… Prenditi dieci minuti e leggi quest’articolo fino alla fine, non te ne pentirai!

Su Monetizzando® ho già pubblicato un’articolo dedicato su Come Funziona Facebook Ads in cui spiego come creare la tua prima campagna pubblicitaria su Facebook partendo da zero.

Oggi voglio parlarti invece di 3 strategie per le Ads in Facebook: tecniche utilizzate da marketer professionisti ed advertiser che hanno fatto della gestione inserzioni su Facebook e del Business Manager di Facebook la loro professione.

Se stai cercando un Corso in Facebook Ads ti consiglio di guardare i corsi Facebook Start di Marketers e Facebook Ads Pro di Marketers, considerati fra i migliori corsi su Facebook Ads in Italia con i docenti Francesco Agostinis, Elio Amato e Lorenzo Tombari (ho parlato di tutti i corsi realizzati da Marketers in Company nell’articolo Corsi Marketers).

Molto interessante anche il libro di Enrico Marchetto Pubblicità su Facebook: Strategie Per una Pubblicità che Funziona:

Facebook e Instagram
  • Marchetto, Enrico (Autore)

Ads in Facebook – Introduzione

Oggi tutti sanno che Facebook è pieno di pubblicità: le ads in Facebook, ovvero i contenuti sponsorizzati spesso superano in quantità i post dei nostri contatti o delle pagine che seguiamo.

Ed effettivamente negli anni le Facebook Ads si sono rivelate un metodo incredibilmente efficace per raggiungere persone e consumatori in target e generare vendite e conversioni.

Uno dei punti di forza delle Ads in Facebook è infatti la possibilità di targettizzare, ovvero segmentare il pubblico sulla base di una quantità impressionante di informazioni:

  • Sesso
  • Età
  • Interessi
  • Comportamento
  • Paese, Stato, Regione, Città, Provincia e perfino CAP (Codice di avviamento postale)
  • Lingua parlata

Queste sono solo alcune delle possibilità di segmentazione offerte da Facebook, grazie al pixel di Facebook è possibile addirittura mostrare annunci personalizzati alle persone che hanno già visitato il nostro sito o una specifica pagina web (per approfondire vedi anche il mio articolo dedicato al retargeting).

Per farla breve, le Ads in Facebook ci permettono di:

  • Raggiungere potenziali clienti/consumatori
  • Far crescere il seguito della nostra pagina Facebook o consolidare la brand awareness
  • Promuovere prodotti o servizi
Facebook Start Corso

Ads in Facebook: Come migliorare il CTR

La prima strategia di cui ti voglio parlare in quest’articolo ha come obiettivo quello di migliorare il CTR, ovvero il tasso di click sulla tua inserzione.

Migliorare il CTR significa:

  • Portare più utenti a cliccare sull’annuncio
  • Migliorare il tasso di interazione dell’annuncio
  • Aumentare la possibilità che le persone dopo aver cliccato compiano l’azione che ci siamo prefissati (inviare un messaggio, visitare un sito web o una landing page, acquistare un prodotto oppure un servizio)

Per migliorare il CTR dobbiamo migliorare le creatività delle nostre inserzioni.

Il metodo più semplice per migliorare il CTR è creare ads in Facebook che catturano l’attenzione, ed uno dei metodi migliori per catturare l’attenzione è utilizzare dei layout grafici che interrompono lo stile tradizionale del newsfeed di Facebook, ecco due esempi di Ads Facebook che sono comparsi sul mio Newsfeed nel 2022:

Ads in Facebook - Migliorare CTR

L’obiettivo delle creatività dovrebbe essere quello di far fermare l’utente dallo scroll continuo per vedere la nostra inserzione.

Per capire cosa piace ai tuoi utenti cerca di inserire diverse creatività, così permetterai a Facebook di lavorare meglio all’ottimizzazione delle inserzioni.

Anche utilizzare diversi pubblici ti può aiutare:

  • Generico (solo con dati demografici)
  • Interessi ampi
  • Lookalike

Per capire qual è l’immagine che ottiene il CTR migliore cerca di raggiungere almeno 100/200 click per ogni annuncio e poi, in base a quello vincente, continua a testare nuove creatività.

Ricorda inoltre, a proposito di creatività, di ottimizzare dimensioni e peso delle immagini (ne ho parlato anche in Dimensioni Banner):

  • creatività per sezione notizie: 1200×900 pixel
  • creatività per colonna destra: 254×133 pixel
  • creatività per campagne click sul sito / conversioni: 1200×628 pixel

Vuoi trovare spunto per le tue inserzioni? Scopri l’Ads Library di Facebook disponibile su https://www.facebook.com/ads/library/

Ads in Facebook: Sfruttare il Retargeting

La seconda strategia ancora oggi sottovalutata è il retargeting/remarketing.

Grazie al retargeting puoi intercettare il c.d. pubblico caldo, le persone che hanno già interagito con il tuo sito, la tua inserzione o la tua pagina e proporre:

  • Upsell/Cross Sell
  • Assistenza tramite customer care per risolvere eventuali problemi/dubbi pre acquisto
  • Raccontare di più sui tuoi prodotti/servizi

Grazie al retargeting potrai migliorare il tasso di conversione delle tue campagne contenendo il budget pubblicitario, provare per credere!

Eventi Custom Per Facebook Ads

L’ultimo consiglio per migliorare le tue Ads in Facebook è sicuramente quello di sfruttare gli eventi personalizzati o eventi custom.

Grazie a questa funzionalità possiamo monitorare cosa fanno gli utenti dopo aver cliccato sui nostri annunci.

Il Meta Pixel (o come lo chiama qualcuno ancora oggi Facebook Pixel) permette infatti di tracciare le azioni effettuate dall’utente all’interno di un sito internet.

Oltre a numerosi eventi standard è possibile creare degli eventi personalizzati, utilizzando così queste informazioni per creare pubblici personalizzati sulla base di fattori come:

  • Scroll della pagina
  • Tempo di permanenza sulla pagina o sulla landing page
  • Clic su pulsanti specifici

Una persona che rimane per diversi minuti all’interno della pagina di destinazione è sicuramente più interessata di una persona che ha cliccato ed è rimasta pochi secondi (probabilmente quest’ultima ha cliccato per sbaglio ed è subito tornata indietro).

Se dopo aver visitato una pagina per qualche minuti sono stati anche cliccati dei pulsanti, ma non è stato completato l’acquisto, c’è stato qualcosa che ha bloccato l’utente e quindi lavorare tramite customer care e messaggi specifici ci permetterà probabilmente di recuperare quel “carrello abbandonato”…

Conclusioni

Spero che quest’articolo ti sia stato utile e ti abbia dato degli spunti di riflessione interessanti.

Se vuoi aggiungere consigli, idee o strategie che hai messo in pratica per migliorare le tue Ads in Facebook, come sempre, sei il benvenuto nei commenti.

Ricorda di condividere quest’articolo sui social o mettere un mi piace per altri contenuti simili!

Ultimo aggiornamento 2022-11-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Dubbi? Domande? Esprimi la tua Opinione!