Analisi Backlink: Come si fa? Tool e Consigli

Analisi dei backlink: da un pò di tempo non scrivo di SEO su Monetizzando® e negli ultimi anni sono nati tantissimi gruppi tramite i quali è possibile acquistare e vendere link per migliorare il ranking di siti internet e blog.

Sono molte le persone che decidono di guadagnare online vendendo link e moltissime le persone che cercano link e siti dove acquistare guest post.

Un mercato estremamente florido, fatto di PBN (Private Blog Network), di liste di siti e di domini recuperati sui quali pubblicare con la speranza che il sito possa darci la spinta giusta

Perché dunque parlare dei migliori strumenti per analizzare i link in entrata di un sito?

Se vogliamo posizionare il nostro sito sui motori di ricerca, o se vogliamo posizionare pagine specifiche per determinate parole chiave, uno dei fattori che può fare la differenza sono proprio i link che riceve il nostro sito.

E comparare i link che riceve un nostro contenuto o il nostro sito rispetto ai link che ricevono i nostri competitor può essere estremamente efficace per creare una strategia che ci permetterà di crescere in termini di traffico, visitatori e posizionamenti.

Ho già parlato di come fare link building, ma non mi sono mai soffermato sull’analisi dei backlink, fondamentale per una strategia efficace.

Analisi Backlink: a cosa serve?

I backlink sono i link in entrata che riceve un sito internet.

I link, some ormai sappiamo, sono uno dei fattori che influisce sul posizionamento di un sito internet e delle pagine o dei contenuti di un sito.

Se l’attività di link building consiste (semplificando) nella ricerca e nell’acquisto di link che possono aiutarci ad incrementare:

  • Popolarità
  • Credibilità
  • Affidabilità

di un sito internet, l’analisi dei backlink ci permette di capire chi ci sta linkando, per quali parole chiave e soprattutto qual è la qualità dei siti che ci linkano.

Se da un lato è infatti importante acquisire, acquistare o ricevere link, per posizionarsi sui motori di ricerca non basta acquistare link, ed una strategia sbagliata potrebbe portarci a ricevere delle penalizzazioni (vedi Penalizzazioni Google).

Fra i “segnali” che ci indicano una potenziale penalizzazione ci sono:

  • Calo delle visualizzazioni e del traffico
  • Crollo delle visite
  • Perdita di posizionamenti per parole chiave

Fare dunque una analisi del profilo backlink ci permetterà di capire se c’è qualcuno che sta remando contro di noi (magari facendo quella che viene definita Negative SEO) oppure se noi stessi abbiamo acquistato link da siti che invece di aiutarci ci stanno danneggiando.

Backlink Checker di Semrush

Semrush ha rilasciato da poco un aggiornamento al suo strumento per l’analisi dei backlink.

Con il Backlink Checker di Semrush (disponibile per un periodo di tempo limitato gratuitamente per tutti i nuovi utenti registrati) potrai fare una analisi del tuo sito e dei siti dei tuoi competitor in maniera semplice e veloce.

Lo strumento di Semrush per l’analisi dei backlink permette infatti di avere un report rapido e dettagliato con una panoramica dei siti che ci stanno linkando, le parole chiave, la rapidità con cui abbiamo ricevuto i link.

Se non conosci Semrush vedi SEMrush Opinioni.

Prova ora il Backlink Checker di SEMRush, clicca qui!

Analisi Backlink: Tutti i Tools

Quali sono i migliori strumenti per analizzare i backlink?

Ho già parlato di Semrush, che ha rilasciato da poco uno strumento all’avanguardia, ma di strumenti ne esistono numerosi, ed in particolare:

Ahrefs

Sito internet: https://ahrefs.com/

Forse uno fra gli strumenti più conosciuti ed apprezzati dai SEO di tutto il mondo.

Ritenuto da molti il miglior strumento per l’analisi dei backlink, Ahrefs si è subito distinto per il suo backlink profiler che permette di individuare link esterni che puntano verso un sito web, oltre che condivisioni sui social.

Si tratta di uno strumento a pagamento ma che offre una prova gratuita di 7 giorni.

Majestic

Altro strumento di riferimento per l’analisi dei backlink, Majestic (ex Majestic SEO) permette di analizzare i profili di link e comparare più siti fra loro includendo alcuni parametri proprietari come:

  • Trust Flow
  • Citation Flow
  • Topical Trust Flow

Oltre chiaramente ad analisi di anchor text, domini di riferimento, IPs ed altri dati importanti (anche in questo caso si tratta di uno strumento a pagamento).

SEOZoom

Della SEO Suite SEOZoom ho parlato in diversi articoli all’interno di Monetizzando®.

La suite offre uno dei parametri più utilizzati in Italia, la famosa Zoom Authority, che racchiude in sé un punteggio che valuta traffico, autorevolezza, stabilità di un sito internet.

In più la piattaforma offre una sezione Backlink tramite la quale possiamo avere una panoramica dei backlink che riceve un dominio e poi ancora:

  • Qualità dei backlink ricevuti
  • Classificazione dei link per qualità
  • Frequenza di acquisizione
  • Pagine più linkate

Prova SEOZoom Gratis per 7 giorni, clicca qui (link esclusivo)

Neil Patel Backlink Checker

Infine, uno strumento gratuito ce lo offre Neil Patel all’indirizzo https://neilpatel.com/it/backlink/.

Tramite questa pagina è possibile avere tante indicazioni sui siti che stanno linkando un nostro competitor oppure il nostro sito.

Potremo così individuare nuove opportunità di link building, utilizzare filtri avanzati e molto altro ancora.

Spero con questa breve panoramica di averti aiutato a capire sia l’importanza dell’analisi dei backlink che alcuni fra i migliori strumenti oggi disponibili.

Hai domande, dubbi o vuoi dire la tua?

Lascia un commento qui sotto!

Dubbi? Domande? Esprimi la tua Opinione!