Integrare le Mappe di Google su WordPress

Google Map: Come Integrare le Mappe di Google su WordPress?

Integrare le mappe di Google su WordPress è un gioco da ragazzi.

Per farlo basta conoscere un po’ di linguaggio di programmazione e il tema che stai utilizzando.

Leggendo questo articolo scoprirai tutti i metodi utilizzabili per integrare le mappe di Google su WordPress e avvicinare i tuoi clienti da te.

Vediamo come!

Integrare le Mappe di Google su WordPress

Il metodo più veloce per integrare le mappe di Google su WordPress è quello tramite il codice di incorporamento.

Basta andare su Maps e cercare l’indirizzo che ti interessa.

A questo punto sul simbolo in alto di condivisione dovrai cercare l’opzione “Condividi o Incorpora” e selezionare, per l’appunto, “Incorpora Mappa”.

Verrà fuori una finestra che ti fornirà il codice di incorporamento da copiare nella pagina web del tuo sito web ma prima di procedere puoi anche stabilire quale grandezza dovrà avere la mappa.

Noi ti consigliamo di aggiustare direttamente sul tuo sito le grandezze in base alle colonne e alle proporzioni della pagina su cui stai lavorando.

Dovrai stare attento a incollare il codice che inizia per –iframe direttamente sull’editor testuale e non su quello visuale, perché altrimenti non sarà visibile.

Se vuoi puoi usare il codice copiato anche per widget e sidebar incollandolo in un widget testuale.

A differenza del caso precedente, però, la mappa si ridimensionerà automaticamente in base allo spazio in cui è ospitata la widget.

Questo metodo ti farà incorporare la mappa assieme ai tasti di direzione e condivisione tipici di Google Maps.

Scegli questo metodo se vuoi evitare di installare un ulteriore Plugin e se la mappa ti è necessaria a mostrare uno specifico indirizzo tra i recapiti.

Per altri usi, invece, meglio installare un Plugin e qui sotto vediamo quale.

Migliori Plugin WordPress Google Maps

Il primo Plugin che ti presentiamo è anche quello più utilizzato e popolare.

Si chiama appunto WP Google Maps e permette di inserire mappe e punti di interesse per trovare le attività più vicine in zona.

Le mappe saranno automaticamente tradotte nella lingua del tuo sito e non dovrai perdere tempo nelle traduzioni.

Con il piano a pagamento accedi a tutte le funzioni integrate come la creazione di nuove mappe e la segnalazione dei punti di interesse.

Costa una ventina di euro ed è un valido acquisto per portali turistici e simili.

Se cerchi qualcosa di più leggero per integrare le mappe di Google su WordPress puoi provare anche Google Maps Widget.

Il suo funzionamento è specifico per inserire mappe nelle aree widget del sito.

Il Plugin si configura tramite l’area widget e consente di personalizzare le mappe che decidi di inserire nel tuo sito.

Difatti consente di scegliere pin, colori, schemi di colore e tipo di visualizzazione della mappa: semplice ma efficace.

Leaflet Maps Market è un Plugin più complesso per integrare le Mappe di Google su WordPress ma con un po’ di pratica diventa subito lo strumento preferito.

Il suo utilizzo non si limita alle sole mappe di Google Maps ma consente anche di creare mappe per Open Street, WMTS, Bing Map Box ecc…

Con questo Plugin puoi inserire più punti di interesse sulla mappa e con tante possibilità di personalizzazione.

Rispetto ai due precedenti non è semplicissimo da usare ma può davvero dare tante soddisfazioni una volta compreso il suo funzionamento.

Integrare le Mappe di Google su WordPress: quale metodo scegliere?

Come già saprai, l’installazione di un Plugin appesantisce il sito e, quindi, è sempre meglio preferire la strada più leggera.

Se hai un’attività e desideri informare i clienti su dove trovarti utilizza sempre il primo metodo.

Per necessità più complesse, invece, utilizza i Plugin ma ricorda sempre di controllare compatibilità e data dell’ultimo aggiornamento perché, soprattutto per quelli gratuiti, il rischio è di scegliere prodotti obsoleti.

Dubbi? Domande? Esprimi la tua Opinione!