Site icon Monetizzando® di Valerio Novelli

Vivere di trading: quanto serve e quanto si guadagna?

Vota questo post

Vivere di trading: se stai leggendo quest’articolo molto probabilmente hai visto qualche pubblicità che propone il trading come soluzione rapida per generare guadagni interessanti dedicando poche ore al giorno al trading e vorresti capire esattamente quanto serve e quanto si guadagna…

È vero che per fare trading basta un computer ed una connessione ad internet?

Sì, ma il trading non è per tutti, e soprattutto fare trading non significa necessariamente guadagnare: non è un caso se tutti i broker mettono sempre in evidenza le avvertenze sui rischi spiegando che investire comporta il rischio di perdere tutto o parte il capitale investito…

Se a questo si aggiungono le statistiche la situazione è ancora più complessa:

Se fosse così facile vivere di trading, com’è possibile che c’è un tasso così alto di persone che smettono di fare trading ed una percentuale così bassa di persone che riescono a guadagnare in maniera costante?

Scopriamolo insieme, o se preferisci guarda il video che ho pubblicato sul mio canale YouTube:

Vivere di trading

La verità è che per vivere di trading bisogna sviluppare competenze che vanno oltre la formazione tecnica:

Oltre a quanto detto fino ad ora, un aspetto indispensabile per poter vivere di trading è la capitalizzazione.

Bisogna avere un certo capitale a disposizione, che può essere utilizzato per fare trading (e che quindi possiamo permetterci di perdere), e bisogna sapere come gestirlo.

La gestione del capitale e del rischio è importantissima, ed i trader esperti sanno bene che alla base di un buon money management ci sono due forze:

Nel mondo del trading non è raro affrontare periodi di perdite, e basta dare un’occhiata alle equity line (curve di rendimento) per identificare quelli che in gergo vengono chiamati drawdown, i momenti in cui il valore degli investimenti scende significativamente rispetto a picchi precedenti.

Queste fluttuazioni portano ad un turbinio di emozioni, ed in particolare

Ho già introdotto alcuni aspetti molto importanti ed è arrivato il momento di rispondere ad una domanda cruciale:

Quanto serve per vivere di trading?

Come anticipato in quest’articolo, la cifra che decidiamo di allocare all’attività di trading deve essere una cifra che possiamo permetterci di perdere e che non ci serve per vivere, ovvero per le nostre necessità o per eventuali emergenze.

Il denaro che si dedica al trading quindi non dovrebbe in alcun modo intaccare l’equilibrio economico nostro o della nostra famiglia.

Secondo alcuni esperti, con un budget di 3 – 5.000 €, operando su strumenti come i CFD (che ricordo sono prodotti estremamente rischiosi, come spiega anche la CONSOB in una pagina dedicata) l’obiettivo di rendimento che possiamo aspettarci potrebbe attestarsi fra i 150 ed i 300 € al mese.

Questa stima ovviamente non prende in considerazione il rischio di perdere il capitale che si è investito o che potrebbero esserci mesi, come dicevo quando parlavo dei periodi di drawdown, durante i quali i rendimenti sono negativi e si perdono dei soldi.ù

È evidente dunque che 5.000 € non bastano per vivere di trading perché:

Se questo non bastasse immaginiamo di avere 100.000 € da investire per fare trading.

Prendendo come riferimento Warren Buffett, che con il value investing è riuscito a fare di media il 20% l’anno (spostando una quantità di denaro che la maggior parte delle persone non ha a disposizione e non si può permettere di perdere), su 100.000 € significa un rendimento di 20.000 € l’anno a cui bisogna togliere il 26% di capital gain.

Con un rendimento medio del 20% l’anno (che è un rendimento di tutto rispetto e che in pochi riescono ad ottenere), riusciremmo a generare annualmente un rendimento netto di 14.800 €, ovvero circa 1230 € al mese.

Questo non tiene in considerazione i periodi di drawdown, ovvero i mesi che vanno male e durante i quali potremmo non guadagnare nulla e perdere dei soldi, e il fatto che abbiamo 100.000 € che possiamo dedicare esclusivamente al trading…

Quanto guadagna uno che fa trading?

La risposta a questa domanda varia in base a tantissimi fattori, fra cui si possono elencare:

Ti consiglio di diffidare da chi propone delle aspettative medie di guadagno mensile in base all’esperienza, perché le variabili che entrano in gioco quando si fa trading online sono tantissime.

È più interessante notare invece che secondo alcune statistiche durante i primi 16 mesi di attività la maggior parte delle persone che comincia a fare trading chiude il suo bilancio in perdita o nel migliore dei casi in pareggio.

Un trader professionista invece, in base al capitale che ha a disposizione, può guadagnare svariate decine di migliaia di euro in base al volume di attività in gestione ovvero in base al capitale che ha a disposizione.

Ad incidere sui guadagni di un trader ci sono quindi:

Si può vivere di trading?

Come avrai capito dai numeri, le statistiche e le informazioni contenute in quest’articolo, vivere di trading è possibile ma è molto rischioso anche per chi adotta tutte le strategie e gli accorgimenti per cercare di ridurre i rischi.

Per questo motivo il mio consiglio è quello di diffidare dalle pubblicità che dicono che vivere di trading è semplice, bastano pochi minuti o poche ore al giorno ed una connessione ad internet.

Il trading espone a livello di stress importanti, specialmente per chi opera facendo trading intraday o con l’High frequency trading.

Se vuoi cominciare ad avvicinarti a quest’argomento ti consiglio di leggere l’articolo dedicato ai migliori libri per investire e tenere a mente che la maggior parte delle persone che si avvicina al trading lo fa perché vuole far fruttare i soldi generati con il proprio lavoro.

La base per fare trading è il lavoro, i trader che vivono di trading solitamente non hanno bisogno di clienti o di mettersi in mostra e vendere corsi.

E tu cosa ne pensi? Vuoi aggiungere qualcosa o dire la tua?

Lascia un commento qui di seguito, oppure, se quest’articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, metti un mi piace e condividilo sui social!

Exit mobile version