Site icon Monetizzando® di Valerio Novelli

Aprire Partita IVA Giovani: Regime Fiscale e Consigli Utili

Aprire Partita IVA Giovani
Vota questo post

Aprire Partita IVA Giovani: sempre più ragazzi e ragazze pensano di mettersi in proprio ed aprire Partita Iva, ma cosa sapere prima di fare questo passo? Quanto costa aprire una Partita IVA per i giovani? Qual è il regime fiscale migliore?

Se ti sei fatto almeno una di queste domande prenditi qualche minuto e leggi quest’articolo fino alla fine, non te ne pentirai!

Aprire Partita IVA comporta dei costi, per questo motivo, alcuni giovani che si avvicinano al mondo del lavoro, prima di aprire Partita IVA utilizzano la prestazione occasionale, documento fiscale che può essere utilizzato in alcuni casi limitati:

In tutti gli altri casi è necessario aprire Partita IVA (vedi anche gli articoli come aprire Partita IVA e Partita IVA Agevolata), necessaria per ogni attività imprenditoriale o professionale.

Aprire Partita IVA Giovani

Chiunque può aprire una Partita IVA, le alternative esistenti sono:

Le prime due sono ditte individuali, la terza è una società. Prima di aprire Partita IVA è necessario valutare le varie opzioni, come spiega anche Giampiero Teresi in questo video (ne ho parlato in Commercialista Online Regime Forfettario: Quanto Costa?):

Ho già spiegato come aprire un’azienda, quindi in quest’articolo non tratterò quest’aspetto, ma alcune informazioni utili per aprire Partita IVA giovani.

Partita IVA Under 35

Se hai meno di 35 anni i costi esistono delle agevolazioni per chi decide di aprire Partita IVA (no, non sto parlando di iniziative come Resto al sud, ma di altre agevolazioni che variano in base alla tipologia di attività che vuoi intraprendere come lavoratore autonomo ed alla modalità con cui gestirai le pratiche di apertura).

Le agevolazioni, per i giovani sotto i 35 anni, sono di tipo contributivo e finanziario.

Le agevolazioni contributive consistono in vere e proprie riduzione della percentuale di contributi prevista dalle casse previdenziali private dedicate alle singole professioni che richiedono l’iscrizione ad un albo.

In particolare è possibile risparmiare con il regime forfettario sulle tasse pagando per i primi 5 anni solamente il 5% sulla base imponibile.

Per quanto riguarda invece le agevolazioni finanziarie, queste consistono nella partecipazione a bandi di concorso indetti da province e regioni per accedere a finanziamenti agevolati o finanziamenti a fondo perduto.

Chiaramente, per essere al corrente su tutti questi aspetti, è sempre bene rivolgersi ad un professionista, ed uno dei servizi che negli ultimi anni sta riscuotendo un grandissimo successo online è sicuramente il servizio di Fiscozen (di cui ho già parlato nella mia recensione Fiscozen).

La buona notizia è che, cliccando sul pulsante qui sotto, potrai richiedere una consulenza gratuita e senza impegno per spiegare qual è la tua situazione e capire qual è il regime fiscale migliore per te:

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di quest’articolo e spero di averti chiarito gli aspetti più importanti sull’argomento “Aprire Partita IVA Giovani”.

Un ultimo aspetto, prima di chiudere l’articolo, riguarda i costi della Partita IVA per i giovani.

In molti ti diranno che aprire la Partita IVA è gratuito, ma in realtà ci sono una serie di costi correlati alla Partita IVA che bisogna conoscere, ovvero:

Già solamente i contributi previdenziali partono da un fisso di 3.600 € annuo salvo richiedere una riduzione del 35% per chi aderisce al regime forfettario.

Se hai altri dubbi o domande lascia un commento qui di seguito, oppure, se hai trovato utile quest’articolo, metti un mi piace e condividilo sui tuoi social preferiti.

Approfondimenti:

Exit mobile version