Buoni Pasto Partita IVA: Detraibilità e Vantaggi Fiscali

Vota questo post

Buoni Pasto Partita IVA: deducibili dal 75 al 100% e soggetti ad aliquota IVA ridotta totalmente detraibile, in quest’articolo scopriamo insieme ad Edenred, tutto quello che c’è da sapere sui buoni pasto per Partita IVA, prenditi qualche minuto e leggi quest’articolo fino alla fine, non te ne pentirai!

Ticket Restaurant® e Buoni Pasto: è vero che sono deducibili e che quindi permettono di pagare meno tasse a fine anno?

Possono davvero essere utilizzati per fare la spesa, al ristorante o per i servizi di delivery?

Li può usare anche un libero professionista o ditta individuale?

Se ti sei fatto almeno una di queste domande continua a leggere quest’articolo, non te ne pentirai!

Ho già parlato di argomenti come:

Oggi invece scopriamo insieme quali sono i vantaggi fiscali dei buoni pasto Edenred Ticket Restaurant®!

Buoni Pasto Partita IVA

I buoni pasto per Partita IVA rientrano nella categoria dei benefit aziendali e possono essere richiesti anche da professionisti e ditte individuali.

Fanno parte di quelli che generalmente vengono definiti costi aziendali e di conseguenza rientrano fra i costi che si possono scaricare.

Il nome “buono pasto” (o ticket restaurant) deriva dalla finalità di questi buoni, che nascono come sostituti del servizio di mensa aziendale e vengono normati dal Decreto interministeriale n. 122 del 7/06/2017.

I buoni pasto possono dunque essere acquistati da professionisti, ditte individuali senza dipendenti o imprenditori individuali con soggetti subordinati ed hanno un valore che va da un minimo di 2 € fino ad un massimo di 10 €.

Vantaggi Buoni Pasto Ticket Restaurant

I buoni pasto sono uno strumento che può essere utilizzato per abbattere la pressione fiscale ed i costi della tua attività.

Sono deducibili al 100% se si ha un’azienda o al 75% se hai la Partita IVA con detrazione totale dell’IVA.

I buoni pasto possono essere utilizzati in bar, ristoranti, supermercati e per il food delivery. Ecco un video realizzato da Carlo Alberto Micheli:

Oggi il buono pasto è uno strumento di integrazione al reddito che può essere fornito dal datore di lavoro ai propri dipendenti.

Disponibile in versione cartacea o inversione digitale (tramite carta o app su cellulare), ogni titolare di Partita IVA può personalizzare il numero dei buoni emessi ed il valore dei buoni pasto.

Buoni Pasto Ditta individuale Partita IVA

Con la legge di stabilità del 2020 è stato chiarito che anche le ditte individuali ed i liberi professionisti senza dipendenti possono scaricare l’IVA sui Ticket Restaurant al 100% mentre il costo di acquisto del ticket sarà deducibile al 75%.

È bene precisare però che i buoni pasto Partita IVA per lavoratori autonomi, ditte individuali o freelance, agenti soci ed amministratori, sono deducibili al 75% per un importo massimo pari al 2% del fatturato!

Cosa significa deducibile?

Gli importi deducibili, o costi, sono importi che ogni contribuente (persona fisica o persona giuridica) può sottrarre dal proprio reddito allo scopo di ridurre la base imponibile ai fini dell’imposizione fiscale.

Attenzione però…

Chi è in regime forfettario non può scaricare i costi aziendali sostenuti poiché il regime forfettario utilizza una tassazione forfettaria basata sul coefficiente di redditività, per approfondire puoi leggere il mio articolo “regime forfettario come funziona?“, a proposito ecco un interessante video dedicato sempre ai buoni pasto realizzato da Giampiero Teresi (di cui ho parlato in Commercialista Online regime forfettario):

Tramite il sito www.ticket-restaurant.edenred.it puoi richiedere maggiori informazioni e ricevere una chiamata da parte di un consulente Edenred che ti aiuterà a capire come sfruttare i buoni pasto Partita IVA e se fanno al caso della tua attività oppure no attraverso una consulenza fiscale completamente gratuita.

Opinioni Buoni Pasto Edenred: conviene?

Sul sito di Edenred sono inoltre disponibili alcune testimonianze di aziende e liberi professionisti che stanno utilizzando i buoni pasto per la Partita IVA:

Claudio, consulente finanziario spiega che per lui il principale vantaggio è poter evitare le fatture multiple, utilizza i buoni pasto per mangiare fuori ed evita di chiedere la fattura ogni volta.

Davide, altro libero professionista, spiega che utilizza i buoni pasto presso bar e ristoranti senza doversi ricordare di chiedere fattura per ogni pasto.

Dora Delfino, di Bo.Ro.Mi Srl spiega che utilizzando i buoni pasto Ticket Restaurant in formato elettronico hanno risolto i problemi di spedizione ed i tempi di ricarica dei buoni pasto…

Hai altri dubbi o domande?

Vuoi raccontare la tua esperienza con i buoni pasto Partita IVA o aggiungere qualcosa a quest’articolo?

Lascia un commento qui di seguito, oppure, se hai trovato utile quest’articolo, condividilo ora sui tuoi social preferiti!

Dubbi? Domande? Esprimi la tua Opinione!